Osservatorio Sociale

L’osservazione della realtà attuale

 

 

Osservatorio sociale
Osservatorio Sociale

 

 

Lineamenti dell’Osservatorio sociale

In accordo con l’indirizzo presentato, si è deciso di definire una linea editoriale coerente con quelle scelte di studio. Riprendiamo, pertanto, il concetto di complessità sociale che bene si associa alla realtà attuale.

Sono molteplici i temi del panorama informativo generale e specifico del nostro Paese, ma solo alcuni di essi, pochi a nostro avviso, sono i veri protagonisti. A grandi passi sono già stati affrontati, in ragione della riduzione della complessità a termini più facilmente gestibili, riteniamo che essi siano l’oggetto primario dell’Osservatorio Sociale che in questo spazio ci accingiamo a introdurre.

 

Analisi critica

L’Osservatorio Sociale si propone di considerare gli eventi quotidiani con metodo critico. Tutto ciò che avviene diventa storia dopo un lasso di tempo trascorso, ma solo se i suoi effetti sulla società si osservano sul medio/lungo periodo. Quei temi, accennati prima, si sono imposti all’attenzione collettiva perché i loro effetti sulla società perdurano da molto tempo, guadagnandosi l’appellativo di “storico” a tutto tondo. L’elenco può non essere esaustivo e completo, naturalmente, perché ciò si riconduce alla complessità sociale.

  • La politica
  • L’economia e il lavoro
  • La Cultura
  • L’immigrazione
  • L’integrazione
  • Lo studio delle interazioni

 

Politica

La politica condiziona in modo totalizzante la vita sociale di tutti, con le sue scelte spesso irragionevoli. La politica è la diretta espressione del potere, perché impone la legislazione all’intera collettività.

 

Economia e lavoro

L’economia e il lavoro sono sistemi interconnessi tra loro, manifestano una grande complessità, sono indispensabili per ogni società che si definisca tale. La crisi economica, generata nel 2008 negli Stati Uniti d’America, ha messo in luce le fragilità dei due sistemi. Le interconnessioni con la politica sono evidenti, tanto più lo diventano quando la politica dimostra la sua incapacità di rinnovare e migliorarne l’attività.

 

Cultura

La cultura è alla base delle società, di tutte le società. Tutte le attività umane esprimono prodotti culturali, conoscenza, progresso. Non si può pretendere di interpretare i fenomeni sociali senza considerare la cultura che è alla base di ogni Paese.

 

Immigrazione

L’immigrazione è il grande argomento del tempo attuale. Si è imposta gradualmente sul panorama geopolitico occidentale con la forza di un evento naturale. L’immigrazione è un tema che divide gli osservatori in favorevoli e contrari. Porta l’opinione pubblica a considerare materie di studio alternative, che però tratta con strumenti antiquati o addirittura obsoleti: non è possibile considerare l’immigrazione come un fatto emergenziale transitorio, perché invece è strutturalmente consolidato e non riducibile.

 

Integrazione

L’integrazione è l’oggetto di studio legato indissolubilmente al tema dell’immigrazione. In concreto ne dissolve ogni retorica, proprio perché assolutamente concreto allarga i suoi effetti su tutto il territorio. Si osservano etnie immigrate meno propense ad accettare l’integrazione nel Paese che le ospita (cinesi, islamiche) e altre maggiormente disposte (sudamericane, filippine). L’integrazione è la vera scommessa della società per il prossimo decennio e oltre.

 

Comunicazione interpersonale

Infine, lo studio delle interazioni e le loro tendenze propongono pressoché infiniti spunti di analisi. La comunicazione, lo scambio di informazioni, la solitudine, l’esclusione sociale, i timori nella cosiddetta “era del digitale” non sono sciocchezze utili a riempire pagine di carta o virtuali, ma rappresentano materia di studio e di confronto per coloro che ne colgono la reale portata.

 

In breve

L’Osservatorio Sociale si propone, pertanto, di monitorare quel che succede in ambito sociale, senza disdegnare sporadici quanto piacevoli viaggi a ritroso nel tempo, utili a risalire all’origine degli eventi.

 

Salva

Salva